Tofu: dall’Oriente con furore

Il formaggio vegetale dalle mille proprietà

Se mettete a fermentare dei fagioli di soia, dopo l’ammollo noterete che si sarà creato un liquido bianco: è il siero che, mescolato al residuo di acqua di mare quando si estrae il sale, da forma al tofu. A differenza dei formaggi tradizionali, questo alimento non contiene lattosio, bensì proteine vegetali, Omega 3 e 6, ferro e una percentuale di sale molto più bassa.

Nato in Asia nel II secolo a.C., il tofu è ancora oggi un alimento base della cucina cinese e giapponese, ma che sta prendendo piede velocemente anche in Occidente. Ciò che attira i nuovi consumatori è la sua azione curativa e protettiva su ossa, stomaco, circolazione e sistema immunitario. Nell’isola giapponese di Okinawa, che vanta una popolazione record di ultracentenari, il tofu viene consumato tutti i giorni, per questo è considerato un vero e proprio elisir di giovinezza.

Tra le sue virtù, il tanto amato formaggio vegetale abbassa il colesterolo, rinforza le ossa, previene le degenerazioni cellulari, aiuta la digestione e tiene lontano le malattie cardiache. Non siete ancora convinti? Allora vi prendiamo per la gola: provatelo tagliato a cubetti con verdure saltate e nelle zuppe, saltatelo in padella con un po’ di salsa di soia, spezie o battuti di erbe aromatiche. Infine, provatelo grigliato, al forno marinato con limone e spezie. Non ve ne pentirete.

Correlati