Si scrive H2O, si legge vita

Tutti i compiti dell’acqua

Non apporta né energia né sostanze nutritive al nostro organismo, eppure è il macronutriente più importante. È l’acqua: due atomi d’idrogeno e uno di ossigeno. Una formula così semplice per una sostanza così indispensabile.

Gli esseri viventi sono costituiti in gran parte di acqua: le meduse contengono circa il 95% di acqua, le piante l’80%, gli animali il 70%. Il corpo di un neonato è costituito da acqua per il 75%, quello di un uomo per il 60-70%, quello di una donna per il 55-65%.

Un organismo non può sopravvivere se non assume acqua per più di tre giorni. Due litri d’acqua sono la quantità media quotidiana che un adulto deve consumare, in condizioni di temperatura ambientale intorno ai 18-20° e di attività fisica moderata. Durante uno sforzo eccezionale, o con temperature molto elevate, è necessario assumere una quantità di acqua superiore.

L’acqua è, infatti, utile per moltissime funzioni corporee: è il mezzo in cui hanno luogo le reazioni metaboliche, è il solvente fondamentale per tutti i prodotti della digestione, modula il volume cellulare, permette il trasporto dei nutrienti, regola la temperatura corporea, consente il passaggio di sostanze dalle cellule agli spazi intracellulari e ai vasi e viceversa, è essenziale per eliminare dall’organismo le scorie metaboliche. Due atomi d’idrogeno e uno di ossigeno: senza di loro non ci sarebbe vita.