Le Tapas

Come è nato l'aperitivo più famoso al mondo che ha persino una giornata dedicata

UN ASSAGGIO

Mettiamo che anche secoli fa fosse usanza, in Spagna, fare l’aperitivo. Mettiamo quindi che re Alfonso XII si sia fermato, un bel giorno, in una taverna di Cadice per ordinare un bicchiere di vino. Mettiamo poi, che anche secoli fa le mosche fossero fastidiosissime. E che il cameriere della taverna, per non rischiare di fare brutta figura servendo a un re del vino con una mosca annegata, pensò bene di coprire quel bicchiere con una fetta di prosciutto. Un’idea semplice, ma geniale, che oltre a essere molto gradita dal Re, che ordinò un altro bicchiere con la stessa “copertura”, fu la causa dell’invenzione delle Tapas.

Se questa sia solo una leggenda non è dato saperlo, quello che sappiamo è che le tapas (dal verbo tapar: coprire) sono da secoli simbolo della tradizione gastronomica spagnola. E ce ne sono di tutti i tipi, cotte o crude, vegetariane o a base di pesce e carne, fritte o light. Basta che si sposino bene con l’aperitivo. Altra particolarità: le dimensioni. Sono infatti degli stuzzichini monoporzione, serviti solitamente insieme alla birra o al Tinto de Verano, il vino rosso spagnolo allungato con ghiaccio, aranciata o limonata.

Piccole, ma non per questo meno buone, le tapas accompagnano da sempre le conversazioni di colleghi che, usciti dall’ufficio, si concedono un momento di relax prima di tornare a casa, o di amici che si incontrano in un bar prima di lanciarsi nella movida spagnola.

 

COME SI CREANO

Aperitivo, stuzzichino, sicuramente adatto ad accompagnare un bicchiere di vino: la tapas è l'immagine della Spagna da bere in tutto il mondo

LE Più COMUNI

Queso manchego: formaggio di pecora prodotto in La Manca

Pinchito Moruno: spiedino di carne di maiale o pollo marinato

Ensalata de pimiento rojos: insalata fredda di peperoni rossi arrostiti e conditi con olio e aceto

Jamon serrano: prosciutto crudo di montagna tagliato con il coltello

Tortilla de patatas: omelette di patate e cipolle

Almendras fritas: mandorle fritte e salate

Pescaito frito: varietà di pesce fritto

Pollo al ajillo: pollo in pezzi soffritto nell’olio condito con salsa all’aglio

Gambas alla plancia: gamberi alla griglia

Albondigas: polpette di carne in umido

Papas ali-oli o a la bravas: patate fritte alla salsa all’aglio o piccante, condite con una salsa di pomodoro insaporita da cipolla, aglio, vino bianco, prezzemolo, pepe.

Salpicon de moriscos: insalata fredda di frutti di mare, aragosta, granchi, pomodoro a pezzi.

Banderillas: spiedini con pesce, verdure, uova sode, gamberetti, cetrioli e olive.

 

CURIOSITà

Il 15 giugno è, da qualche anno, la Giornata Mondiale delle Tapas: “Nos Mamos de Tapas” sarà il motto di 24 ore - a Milano, Roma, Bologna e per la prima volta Napoli - all’insegna dell’aperitivo spagnolo.

Un’iniziativa dell’Ente Spagnolo del Turismo in Italia che ha deciso di coinvolgere locali, hotel e ristoranti che per il 15 giugno proporranno una sezione speciale di tapas spagnole e diverse interpretazioni. 

Gli appuntamenti a Milano

A Milano per l’occasione ci si immergerà nei famosi Pintxos Bar dei Paesi Baschi: nel Chiosco Dehors Eataly si potranno assaggiare alcune specialità della regione spagnola. Al ristornate Albufera si potrà pranzare con le tapas e in più Enrico Bartolini al Mudec Bistrot proporrà una selezione di tapas con un tocco di alta cucina. Al Jigger Food & Coktail Bar dell’Hotel Melià Milano si potranno mangiare tapas tutto il giorno e in più dalle 19 alle 22 si potrà ascoltare dal vivo musica made in Spagna.
Al Mio Bar – Park Hyatt offerta di tapas firmata dallo chef Andrea Aprea e in più partecipano La Casa Iberica, La pulperia, La tienda del Juan, Las Bravas-Tapas Street Food e Recreo Bar Sartoria.

I locali a Roma 

Oltre 30 partecipanti a Roma tra cui i seguenti locali e ristoranti: Gran Melià Villa Agrippina, NH Cinquecento Roma, Don Pepe, El Duende, La taberna de Pedro, Toros y Tapas, Tapas Gourmet Principe, Porto Fluviale, Caffè Settembrini, Ristorante Gusto, Beveria Monteverde, Queen Makeda, De Tapas, Brylla, El garito del Flaminio, la Frontera, Lizarran, Eurostars Roma Aeterna, Eurostars International, Tre Zucche, Barceló Aran Mantegna, Ristorante Brasserie, Barceló Aran Blu, Ristorante El Puerto, Barceló Aran Occidental, Ristorante Lobby Bar, Barceló Aran Park Ristorante Batik, Marzapane, Panificio San Lorenzo, Atlas Coelestis e 100 Montaditos.

Bologna e Napoli 

A Bologna per la prima volta da Eataly la città di Logroño (capoluogo di La Rioja) propone un tapas bar con i piattini dello chef Ramón Piñeiro, del ristorante La Cocina de Ramón.
Per la prima edizione a Napoli, invece, parteciperà il Milagros Gastrobar.

 

Correlati