La mela è buona anche quando è brutta

Estate 2017: crolla la produzione europea per l'alternanza choc di gelate e caldo

Si sa che l’abito non fa il monaco, ma a volte è bene ribadirlo. È il caso di farlo per salvaguardare quelle mele combattenti sopravvissute al meteo pazzo di quest’anno. Secondo le stime riportate da Assomela, il 2017 vedrà un calo di produzione europea del frutto proibito del 21%. L’Italia non è messa meglio: -23% rispetto al 2016.

Insomma verrà anche quest’anno il “tempo delle mele”, ma dovremmo aspettare novembre e il nostro occhio dovrà accontentarsi. Tra le mele nuove che verranno messe in commercio ci saranno infatti anche quelle destinate ai succhi, con quindi alcuni segni di grandine, ma dalle stesse proprietà nutritive.

Non lasciamo decidere l’occhio, ma il buonsenso allora. Se anche saranno bruttine e un po’ abbozzate, le mele di quest’anno saranno capaci comunque di levare di torno il dottore!

Correlati