La maionese è buona, quella fatta in casa è divina

Il procedimento e i trucchi per ottenere una salsa gustosa e salutare

Maionese sì, ma fatta in casa. La salsa tanto usata per condire e insaporire i nostri cibi non deve necessariamente essere bandita dalla tavola, ma solo preparata come si deve. Quello che vi serve sono infatti uova (2), olio di semi (250 gr) e succo di limone (1): tutti alimenti sani e previsti in un regime alimentare adeguato.

Mettiamoci all’opera e… occhio a non impazzire.

Per prima cosa i due tuorli d’uovo a temperatura ambiente: una volta posti in una ciotola dai contorni alti iniziamo a frustarli leggermente con uno sbattitore elettrico aggiungendo qualche goccia di succo di limone.

Dopo di che procediamo con l’aggiunta di olio a filo, lentamente, per non far impazzire la maionese. Il trucco è aggiungere l’olio a più riprese, aspettando ogni volta che venga incorporato dalla crema.

Una volta aggiunto circa il 40-50% della dose di olio di semi, la consistenza del composto sarà abbastanza densa per poter essere diluita con il succo di limone restante, da aggiungere sempre poco per volta.

A questo punto l’olio può essere versato del tutto, ma sempre a filo e sempre a più riprese: ecco che la maionese è montata.

Vanno solo aggiunti sale, pepe e aceto (ne basta 1 cucchiaio e mezzo) e continuare a mescolare per pochi secondi.

Una buona maionese è pronta in circa 30 minuti ma, se dovesse impazzire, non disperate: non tutto il male viene per nuocere. Esistono due modi per recuperarla: mettere un cubetto di ghiaccio nella maionese e vedere se si recupera l'emulsione, provando a mescolare un po’, o iniziare di nuovo la preparazione con un altro tuorlo mischiato alla vecchia maionese impazzita, da usare al posto dell'olio.

Correlati