Con i grassi giusti l'energia raddoppia

Cosa sono i lipidi e dove si trovano

Se si sciolgono difficilmente in acqua, allora non c’è dubbio: sono grassi; detti anche lipidi, dal greco “lipos”, “grasso”, per l’appunto.

Si trovano soprattutto in alimenti di origine animale (grassi), ma sono abbondantemente presenti anche nel regno vegetale (oli). In natura ce ne sono più di 500 tipi e sono classificati in lipidi semplici, composti e derivati. I primi sono i più abbondanti nel nostro organismo e nella nostra dieta e sono anche chiamati di deposito (i trigliceridi). I secondi hanno una struttura più complessa e hanno prevalentemente una funzione strutturale: sono, infatti, i principali costituenti delle membrane cellulari. Detti anche lipidi cellulari sono i fosfolipidi e i glicolipidi. Infine i lipidi derivati, che derivano dalla trasformazione dei lipidi semplici o composti.

In natura i lipidi si trovano sotto varie forme: esistono fonti animali come il burro e fonti vegetali come l’olio, presente nella frutta secca oleosa e alcuni frutti come l’avocado. Non sono macronutrienti da demonizzare perché sono essenziali per molte funzioni fisiologiche vitali, sono precursori di vari ormoni e, udite udite, non stimolano la secrezione di insulina, l’ormone responsabile dell’aumento di sovrappeso e obesità della popolazione.

Correlati