Merenda a scuola: ecco cosa mettere nel cestino

Bambini troppo agitati? Spesso è colpa dell’alimentazione. No alle merendine

Quando si prepara il cestino per la merenda dei propri bambini, è importante cercare di non assecondare solo i loro gusti  ma proporre soluzioni adatte per il loro benessere. Spesso i genitori possono notare che quando i bambini tornano a casa da scuola, soprattutto quelli che frequentano a tempo pieno e mangiano nella mensa scolastica, sono agitati, irritabili, nervosi. Sicuramente incidono le tante ore di lezione, senza attività fisica, ma anche l’alimentazione ha il suo peso. E il più delle volte i menù proposti ai bambini sono molto sbilanciati a favore dei carboidrati ad alto indice glicemico, come pasta e pane. Ecco perché è importante che almeno gli spuntini siano equilibrati.

Evitare quindi merendine e prodotti pronti mirati per i bambini, che contengono carboidrati ad alto indice glicemico in gran quantità, oltre ad acidi grassi e omega 6, che sono sempre in eccesso nella nostra alimentazione e che hanno un impatto negativo anche sull’attenzione dei bambini.

La soluzione perfetta è quella di inserire la frutta come spuntino: ai bambini spesso piace e la si può variare durante l’anno, cercando di dare sempre frutta di stagione. In alternativa esistono anche prodotti pronti più equilibrati, con una quota di proteine. Quindi non solo alimenti snack o barrette a base di carboidrati, ma cerchiamo prodotti che inseriscano anche una fonte proteica.

Se ai bambini piace, un’altra ottima soluzione è la frutta secca oleosa: mandorle, noci, nocciole che possiamo trovare anche sgusciate e in comode monoporzioni. E per i bambini che non possono rinunciare al loro panino, ricordate almeno di imbottirlo per bene, mettendo in proporzione più prosciutto rispetto al pane.