Mandela Day, il ricordo della sua passione per il cibo

Cosa mangiava il grande statista e quali erano i suoi piatti preferiti? Lo ha svelato lui stesso in un libro di 62 ricette

Il 18 luglio si rende omaggio al più grande statista di tutti i tempi con il Mandela Day. E quale modo migliore ci sarebbe per celebrarlo se non parlare di cibo? Sì, proprio il cibo. Perché Madiba amava tantissimo la cucina.

Nelson Mandela, la cui scomparsa all’età di 95 anni ha visto finire un’era, amava follemente la cucina e il buon cibo. Tanto che, insieme alla sua cuoca personale ha scritto un libro delle sue ricette preferite.

Madiba, il nome più affettuoso con cui lo conoscono tutti, ovvero quello che aveva nel suo clan di appartenenza (l'etnia Xhosa), scrisse “Ukutya Kwasekhaya: tastes from Nelson Mandela’s Kitchen”, ovvero “Sapori dalla cucina di Nelson Mandela”. Una vera e propria collezione delle sue 62 ricette preferite, quelle che gli preparava la sua stessa cuoca personale.

Alcuni esempi? Il “pollo piri piri”, cucinato intero insieme a un’emulsione di peperoncino, paprika, aglio, olio e aceto, i cavoletti di Bruxelles al limone, e ancora ricette particolari, tipiche del Sud Africa, come l’umphokogo: una specie di yogurt casereccio da accompagnare con un pasticcio a base di farina di manioca.

 

Correlati