Fammi una foto e ti dirò chi sono

Con la app Pic2Recipe il cibo non avrà più segreti

Sempre più app stanno entrando a far parte del nostro vivere quotidiano. C’è quella che conta i passi che facciamo, quella che dice se dormiamo bene, quella per far shopping comodamente da casa e quella per controllare il nostro conto in banca. Ora ci basterà inquadrare con lo smartphone il piatto che abbiamo davanti per sapere quali ingredienti contiene.

Non dovremo più alzare la mano per attirare l’attenzione del cameriere e chiedergli cosa c'è nel piatto che ci ha portato. Con Pic2Recipe sarà tutto più semplice.

Un team di ricercatori del Computer Science and Artificial Intelligence Laboratory del MIT, infatti, ha sviluppato un sistema in grado di riconoscere una ricetta semplicemente inquadrando una foto. Pic2Recipe ricorre quindi a un algoritmo intelligente, capace di capire cosa c’è dentro un “piatto”. E non solo. Analizzando le immagini suggerisce altri cibi con caratteristiche simili a quello esaminato.

Ma com’è possibile? Alla base di tutto ciò, come detto, c’è l’intelligenza artificiale. Pic2Recipe non fa altro che scansionare una foto e indovinare la ricetta. I ricercatori stanno utilizzando un archivio che comprende oltre un milione di fotografie per istruire l’algoritmo, in modo tale che sia in grado di riconoscere e suggerire ricette dalle immagini inquadrate. Inserendo le informazioni nella rete neurale su cui si basa l’algoritmo, ossia nel “cervello” della tecnologia, il sistema smart, come un bambino, impara a distinguere i differenti piatti.

Ma aspettate a esultare! Pic2Recipe è ancora in fase di sperimentazione. Il team di ricercatori, comunque, non solo vuole migliorare il riconoscimento, ma punta anche a portare il sistema a capire le fasi della preparazione della ricetta.

 

Correlati