Facebook e la comodità dell'ordinazione online

Iniziano i test per la funzionalità “Order Food”. E per la cena a casa non serviranno altre App

Nella versione più pessimista, potrebbe essere l’inizio della fine delle cene fuori casa. In quella più ottimista, la vittoria della comodità. In entrambi i casi, è ancora presto per dire che effetto avrà l’arrivo di un gigante come Facebook sul mercato del food tech. Per ora si tratta di un’iconcina a forma di hamburger inserita in fondo alla lista delle funzionalità della piattaforma. Quella di sinistra per intenderci. In altre parole, quella che la metà di voi non ha nemmeno mai preso in considerazione.

Disponibile per alcuni utenti selezionati negli Usa a partire da metà maggio, questa nuova funzionalità (“Order food”, in inglese) permette agli utenti di utilizzare i servizi di Slice e Delivery. Il tutto senza accedere a una nuova pagina web. Si tratta dello sviluppo di una funzionalità annunciata già ad ottobre 2016. Ma non mancano le differenze rispetto a quanto già anticipato. Se prima all’utente era data la possibilità di accedere direttamente alle pagine Facebook dei vari ristoranti per piazzare l’ordine, ora la visualizzazione delle offerte è aggregata su un’unica pagina.

Piccolezze? Può darsi. Ma è inutile nascondercelo: la comodità e la rapidità dei social sono ciò che fanno la differenza a livello di interazione. Basterà cliccare su “Order food” per avere una lista dettagliata degli esercizi convenzionati e delle caratteristiche del servizio: tipo di cucina, costo, distanza, rating a forma di stelle, menù, carrello, ecc. Dopo aver completato l’acquisto, una mail di conferma con l’orario di consegna viene spedita al proprio indirizzo mail. Niente di nuovo. Ma volete mettere l’esperienza digitale? Scrollate, vedete una foto del vostro ex più in forma che mai con una biondona affianco e parte l’ordine: pizza per dimenticare.  

Correlati