Eddy, dalle mine alle rose

Ideato da un ex-ingegnere militare, utilizza la tecnologia per il rilevamento degli esplosivi nel campo dell’agricoltura in serra

Se vi siete trasformati in novelli agricoltori urbani, ma la vostra serra idroponica è sul terrazzo all’ultimo piano e voi abitate al primo, allora Eddy può essere il vostro miglior alleato. Meglio, potrebbe diventare il vostro giardiniere di fiducia. Il tutto grazie a un ex-ingegnere militare e al know how anti-mine utilizzato sotto le armi per contrastare le minacce sul campo di battaglia.

Prima di dare vita al progetto Eddy e fondare la FluxIoT assieme al socio Blake Burris, l’israeliano Amichai Yifrach costruiva dei nano sniffer per le truppe americane impegnate in Iraq e Afghanistan. Lo scopo di questi dispositivi è quello di identificare la presenza nell’aria di possibili microparticelle legate a sostanze esplosive e allertare i militari della minaccia. In sostanza, si tratta di chip che funzionano come dei super nasi capaci di catalogare e archiviare numerosissimi dati. Compreso la percentuale di ossigeno, il grado di umidità e la quantità di nutrienti necessari alla crescita di una pianta.

Così nasce Eddy: un sensore che sta nel palmo di una mano e, una volta posizionato all’interno del bacino idrico della vostra serra idroponica, può monitorare i parametri di diverse coltivazioni. Dati che gli agricoltori in erba possono leggere tramite un app direttamente dal cellulare assieme a tutta una serie di consigli a prova di agronomo. A quale costo? Per il momento, 179 dollari.  

Correlati

FORMULA12

FORMULA12 è un'azienda che si occupa di benessere partendo prima di tutto dalla nutrizione.


Privacy Policy

CUSTOMER SERVICE

  Numero Verde: 800-132-477

Il centralino è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00.

 info@formula12.it

Social


© Copyright 2018 Iaderlife Srl - P.IVA: 02788950356 - All rights reserved .